APPROFONDIMENTI: LCCAF 2022: una convention ormai imprescindibile per gli amanti delle tavole originali

LCCAF 2022: una convention ormai imprescindibile per gli amanti delle tavole originali

Alcune impressioni sull'edizione appena conclusa della Lake Como Comic Art Festival. In esclusiva il tour completo della manifestazione.

Di: Redazione ComicArtCity | Pubblicato il:17/05/2022


Si è tenuta lo scorso fine settimana la nuova edizione della Lake Como Comic Art Festival, anche quest’anno organizzata nella splendida cornice di Villa Erba a Cernobbio.
Dopo un paio di edizioni saltate causa pandemia, la LCCAF è stata finalmente riproposta con la sua formula esclusiva che l’hanno resa un appuntamento imperdibile per gli appassionati di tavole originali. Anche quest’anno infatti sono stati previsti dei ticket di accesso dal costo elevato, in modo da selezionare gli ingressi e offrire così ai visitatori un evento da vivere con calma e senza ressa, facendoci dimenticare quelle vere e proprie bolge infernali che ormai sono diventate le convention di fumetti italiane.
A determinare l’unicità di questo evento, oltre alla location tra le più belle del mondo e un numero limitato di accessi, anche la possibilità di incontrare autori e dealer statunitensi, altrimenti difficili da vedere alle normali fiere di casa nostra.
Anche se alcuni nomi top come Bill Sienkiewicz e Tim Sale hanno dato forfait dopo che erano stati annunciati, alla convention hanno comunque partecipato grandi autori come Arthur Adams, Simone Bianchi, Mark Brooks, Giorgio Cavazzano, Frank Cho, Olivier Coipel, Gabriele Dell’Otto, Klaus Janson, Adam Kubert, Tanino Liberatore, David Mack, Alex Maleev, Milo Manara, Dave McKean, Serpieri ecc.

lake-como-comic-art-festival-una-recensione-1.jpg© Immagine soggetta a Copyright

Oltre gli autori c’è stata anche una nutrita presenza di venditori provenienti dagli Stati Uniti che hanno offerto un contributo fondamentale alla riuscita della manifestazione dal punto di vista commerciale. Dealer come Nostalgic Investments, Essential Sequential, Splash Page Art, Kirby’s Comic Art hanno permesso ai collezionisti europei di poter finalmente vedere di persona importanti tavole dei maestri americani e valutarne così l’acquisto potendo ammirare l’originale avendolo materialmente in mano, anziché sullo schermo di un computer.

Come sempre però il fulcro della manifestazione è stato rappresentato dalle commision che i visitatori hanno richiesto ai disegnatori presenti: tra gli autori più richiesti certamente Cho e Manara che nei due giorni della manifestazione non si sono certi risparmiati, sfornando decine di capolavori.

lake-como-comic-art-festival-una-recensione-3.jpg© Immagine soggetta a Copyright

Come le scorse edizioni la manifestazione è stata improntata principalmente sui comics americani e questo aspetto purtroppo taglia fuori molti appassionati di tavole originali, soprattutto quelli che collezionano tavole Bonelli o autori italiani classici. Per i collezionisti Disney invece c’erano Cavazzano e Bertolucci che sicuramente hanno coperto in modo eccellente questo segmento di mercato.
Forse per le prossime edizioni sarebbe da incrementare la presenza di autori Bonelli che hanno certamente un grande seguito e possono raccogliere un ottimo riscontro in numero di partecipanti.

Altro aspetto che ha bisogno di qualche correttivo è quello dell'offerta ai visitatori. Infatti sarebbe necessario che gli organizzatori invitassero gli autori partecipanti a fare almeno uno sketch rapido o anche un semplice doodle a chiunque lo richieda. Visto che il ticket d’ingresso è davvero impegnativo (quest'anno si partiva da ben 135 euro), il fatto di sapere che chi parteciperà avrà diritto almeno ad uno sketch rapido del suo disegnatore preferito potrà certamente aumentare le presenze del pubblico. Capiamo che per i disegnatori è un fastidio dedicare del tempo a degli sketch gratis a scapito delle commission lautamente pagate, però anche gli artisti devono capire che vengono invitati in uno dei posti piu’ belli al mondo, dove possono guadagnare in poche ore cifre importanti e quindi dovrebbero essere più elastici nel concedere gratuitamente un qualcosina ai visitatori. In questo modo magari si incrementerebbero le presenze, aiutando così gli organizzatori a rientrare meglio dei soldi spesi per l’organizzazione. E ciò farebbe bene agli stessi autori che avendo più afflusso di pubblico potrebbero comunque vendere più commssion.

lake-como-comic-art-festival-una-recensione-2.jpg© Immagine soggetta a Copyright

Comunque la manifestazione è in crescita e nonostante i problemi causati dalla pandemia resta un punto di riferimento imprescindibile per gli appassionati di originali. Location e organizzazione sono stati come sempre impeccabili, così come il parterre di autori sempre al top. L’unico aspetto da rivedere è quello, come detto, di poter offrire ai visitatori un qualcosa di sicuro visto il costo di accesso molto elevato.
A questo punto non ci resta che aspettare con impazienza la prossima edizione, iniziando magari già da adesso a risparmiare i soldi per le commissioni del prossimo anno...

Per chi non ha potuto partecipare e vuole vedere come è stato organizzato l'evento, ecco un breve video che riprende tutte le sale della manifestazione e nel quale si possono vedere alcuni autori al lavoro:

             



Categorie:

cerca


Pubblicità

Ultime notizie

LCCAF 2022: una convention ormai imprescindibile per gli amanti delle tavole originali

Alcune impressioni sull'edizione appena conclusa della Lake Como Comic Art Festival. In esclusiva...

LCCAF 2022: torna l'appuntamento più atteso dai collezionisti di tavole originali

Appuntamento con la nuova edizione de. Lake Como Comic Art Festival da venerdì 13 maggio a...

Milano Comics and Games, torna sabato 30 aprile e domenica 1 maggio

Il pubblico troverà due padiglioni interamente dedicati concerti, influencer, streamer, artisti,...

Asta di Urania: il 6 e 7 maggio a Roma in collaborazione con Finarte

Urania Casa d’Aste presenta la sua nuova asta con uno speciale dedicata a Guido Crepax e all’arte...

Al WOW di Milano una mostra sul medioevo con tante tavole originali

Grazie alla collaborazione di importanti collezionisti e autori e al materiale proveniente dal...

Urania e Finarte insieme per un'asta evento dedicata a Pratt

All'asta tavole tratte da Kirk, L'Ombra, Fanfulla, Corto Maltese, I giganti Burloni, Ticonderoga...

Pubblicità


Social Links

ComicArtCity e' un canale di BitCity, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007- Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L.
Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO)
P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834
CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.