VALUTAZIONI: Un bellissimo capolavoro di Pazienza

Un bellissimo capolavoro di Pazienza

Un dei più importanti collezionisti di Pazienza recensisce per noi una pregevole illustrazione del mitico Paz.

Di: Francesco Vasè | Pubblicato il:19/07/2013


Con notevole ritardo (purtroppo siamo sommersi di richieste e quindi stiamo procedendo un po' lentamente nelle risposte)  rispondiamo a una richiesta di valutazione su una grande illustrazione a colori di Andrea Pazienza. Anzi a rispondere è uno dei più importanti collezionisti di Paz, Francesco Vasè a cui lasciamo la parola:

Pregevole illustrazione della metà degli anni 80, sicuramente il periodo migliore del poliedrico artista. Un momento maturo ed estroso, con alcuni colpi di genio indiscutibili. L’84-87 è il triennio di maggior splendore, in cui le opere principali vedono la luce e dove il tratto di Paz raggiunge l’apice e i colori, a pennarello, hanno un che di “realismo onirico”, che in sé racchiude il contrasto che Pazienza ha rappresentato sia come artista, che come essere umano.
Qui si vedono alcuni dei soggetti più apprezzati di Paz al di fuori dei personaggi seriali; le donne e gli animali. Colpisce nella tavola la commistione di antropomorfizzazione di alcuni animali e al medesimo tempo l’imbestialimento di alcuni esseri umani, che risultano essere una dedica piuttosto esplicita ai personaggi disneyani della carica dei 101.
Con l’ovvia esclusione della donna al centro della composizione, la quale porta in sé i caratteri classici della donna “Pazienziana”, sensuale, ma altera, discinta ed elegante… nell’usuale mix di alto e basso, di sacro e profano, di reale e onirico (appunto..), che solo i grandi artisti hanno saputo rappresentare nelle più svariate forme d’arte, dal cinema (neorealismo, Pasolini), alla pittura (Caravaggio), arrivando all’illustrazione e al fumetto.
Da notare i particolari dei segni di sfregamento sulle ginocchia e dei genitali aperti, quasi totalmente offerti allo sguardo dell’astante, che farebbero supporre un appagamento da riscontrarsi in uno sguardo illanguidito della ragazza, cosa che ovviamente non è. Come se il corpo e la mente fossero separati, il volto imbronciato, serio, quasi incupito, lo sguardo fisso nel vuoto, in aperto conflitto con il rilassamento del corpo, aprono nello spettatore vie di interpretazione personale, o delle interpretazioni personali che lo coinvolgeranno, rendendo difficile la dimenticanza dell’opera.

un-bellissimo-capolavoro-di-pazienza-1.jpg

Per quanto riguarda la valutazione dobbiamo tener conto del periodo di crisi del mercato e quindi possiamo ipotizzare un prezzo di ciirca 8/10mila euro in una trattativa privata. Comunque, siccome il pezzo in questione è davvero notevole, in caso vendita sarebbe da proporre ad un'importante asta internazionale (come Little Nemo o Artcurial) dove nel caso ci fossero più persone interessato all'acquisto il prezzo potrebbe anche superare i 15mila euro.
 


Categorie:

cerca


Pubblicità

Ultime notizie

LCCAF 2022: una convention ormai imprescindibile per gli amanti delle tavole originali

Alcune impressioni sull'edizione appena conclusa della Lake Como Comic Art Festival. In esclusiva...

LCCAF 2022: torna l'appuntamento più atteso dai collezionisti di tavole originali

Appuntamento con la nuova edizione de. Lake Como Comic Art Festival da venerdì 13 maggio a...

Milano Comics and Games, torna sabato 30 aprile e domenica 1 maggio

Il pubblico troverà due padiglioni interamente dedicati concerti, influencer, streamer, artisti,...

Asta di Urania: il 6 e 7 maggio a Roma in collaborazione con Finarte

Urania Casa d’Aste presenta la sua nuova asta con uno speciale dedicata a Guido Crepax e all’arte...

Al WOW di Milano una mostra sul medioevo con tante tavole originali

Grazie alla collaborazione di importanti collezionisti e autori e al materiale proveniente dal...

Urania e Finarte insieme per un'asta evento dedicata a Pratt

All'asta tavole tratte da Kirk, L'Ombra, Fanfulla, Corto Maltese, I giganti Burloni, Ticonderoga...

Pubblicità


Social Links

ComicArtCity e' un canale di BitCity, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007- Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L.
Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO)
P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834
CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.